Anagrafe

Registro della popolazione destinato, in ogni Comune, a documentare lo stato numerico della popolazione stabile e fluttuante e i mutamenti che in essa si verificano per cause naturali e civili (nascita, matrimonio, morte, emigrazione, professione ecc.). È, in definitiva, il registro che documenta il numero e lo stato civile della popolazione di un comune.


ANTICHI REGIMI

        Per ricostruire lo sviluppo demografico della città prima della rivoluzione francese ci si serve, oltre che delle registrazioni anagrafiche di origine ecclesiastica, di rilevazioni nate per altri scopi, come il far pagare determinate imposizioni fiscali alla popolazione.

        La prima registrazione effettuata a fini statistici risale al 1315 e fu compilata per ordine del Consiglio generale del Comune. Prima di questa data mancano a Reggio Emilia dati specifici tali da consentire un esame analitico delle tendenze demografiche (cfr. Gino Badini, , Lo sviluppo demografico, in Storia illustrata di Reggio Emilia. 1987; v. III).


ARCHIVIO DEL COMUNE DI REGGIO, Estimo, nn. 2 e 3
  • Libri dei fuochi. 2 voll.1315-1459
    N.B. Il Liber focorum del 1315 è edito da Nicola Tacoli, Parte seconda d'alcune memorie storiche della città di Reggio di Lombardia, 1748, pp.1-106. I libri dei fuochi del 1315 e del 1401 sono riprodotti sul sito istituzionale dell’Archivio di Stato.

ARCHIVIO DEL COMUNE DI REGGIO, Atti di Stato civile, nn. 1-3

- 1. Frammenti di libri dei fuochi, e descrizioni degli abitanti di Reggio per ordine di vicinie. 2 mazzi.1389-sec. XVI
- 2. Denunzie alI'Ufficio del Capitano di bocche, morti ed emigrazioni riguardanti le Ville del distretto. 1 mazzo.1461-1462
- 3. Denunzie statistiche sulla popolazione date dai parroci, dai capi dei monasteri e dall'università degli Ebrei. 2 mazzi.1770-1790
   
 
ARCHIVIO DEL COMUNE DI REGGIO, Dazi, gabelle, imposte, n. 3
  • 3. Descrizione dei fuochi di Reggio e del distretto per varie imposte. 1 vol.
1401-1409


ARCHIVIO DELL’UNIVERSITÀ ISRAELITICA DETTO «NUOVO», n. 35 Atti e registri relativi a nati, morti, matrimoni e stati della popolazione israelitica di Reggio (1769-1861)

        Sebbene di molto eccedente i limiti cronologici, dato il suo termine iniziale si dà di seguito la documentazione riguardante essenzialmente l'anagrafe, con presenza di registri di Stato civile, che si trova nell'archivio dell'Università israelitica di Reggio.

        L’inventario dell’intero archivio della Comunità israelitica di Reggio Emilia è edito in Il ghetto ebraico nella memoria dei documenti. A cura di Gino Badini, Reggio Emilia, 1998.

(L'archivio dell'Università israelitica fu depositato dal Consiglio amministrativo dell'Università israelitica di Reggio l'11 marzo 1909).
b. 35/1):fasc.   1 Carteggio relativo agli atti di popolazione1849-1851
fasc.   2 Stati semestrali di popolazione1849-1857
fasc.   3 Certificati di popolazione di comunità estere1851
fasc.   4 Fogli addizionali (traslocazioni, arrivi, partenze, rimpatri)1849-1855
fasc.   5 Stralcio di registro delle circoncisioni operate da Leone A. Forti1795-1800
fasc.   6 «Ruolo interno della popolazione israelitica della città di Reggio» segnato D 2: Nati, Matrimoni, Morti1834-1849
             Dati statistici di popolazione1833-1848
fasc.   7 Registro dei nati segnato A1771-1794
            Morti1769-1793
fasc.   8 Registro dei nati, matrimoni e morti1826-1834
            Dati statistici di popolazione1826-1833
fasc.   9 «Cognizioni posteriormente raccolte intorno a nati e morti»1824-1826
fasc. 10 Registro dei nati segnato B1797-1826
            Matrimoni1813-1815 e 1823-1825
            Morti1797-1823
            Dati statistici1817-1819 e 1822-1823
fasc. 11 Registro dei nati segnato A bis1794-1796
            Morti1794-1797
fasc. 12 Registro dei nati, matrimoni e morti1849-1858
            Matrimoni1782-1791
            Morti1823-1826
            Dati statistici1819-1821
b. 35/2):fasc.   1 Nati, Matrimoni e Morti1857-1861
fasc.   2 Stato di popolazione1858
            Statistiche1857-1858
b. 35/3):fasc.   1 Nati, Matrimoni, Morti1849-1851
fasc.   2 Nati, Matrimoni, Morti1851-1856
fasc.   3 Certificati e attestazioni, carteggio1852-1855
fasc.   4 «Regolamento per lo stato civile 1852 portato dal nuovo Codice estense»1852
b. 35/4):fasc.   1 Nati, Matrimoni, Morti1844-1852
fasc.   2 Nati, Morti, Matrimoni, stati di popolazione, fogli addizionali dei medesimi1853-1857
b. 35/5):fasc.   1 Nati, Matrimoni, Morti registro alfabetico1769-1876
fasc.   2 Nati, Matrimoni, Morti registro alfabetico1797-1897
fasc.   3 Stato di popolazione1849
fasc.   4 Stato di popolazione1849





PERIODO NAPOLEONICO

        Risale al 1809 l’obbligo di fare periodiche rilevazioni statistiche della popolazione: «Incumbe all’amministrazione municipale d’ogni comune l’obbligo di formare il ruolo generale della popolazione … Un duplicato di detti ruoli viene rimesso dal Podestà o Sindaco al Cancelliere del censo del proprio cantone, contemporaneamente alla pubblicazione, ed un altro si conserva nell’archivio comunale». Così prescriveva l’art. 15 del decreto di Eugenio Napoleone del 29 giugno 1809.

        Il Ruolo era nato con fini di controllo di polizia, ma anche per l’organizzazione amministrativa, a fini militari e fiscali: partendo dal Ruolo di popolazione, infatti, si sarebbero dovuti formare il Ruolo di coscrizione e della Guardia Nazionale, il Ruolo dei soggetti alla tassa personale, a quella sulle arti e sul commercio e sulle professioni liberali. Ma questo documento, per struttura e formazione, e soprattutto per la presenza di periodici aggiornamenti, si configurò come una vera e propria anagrafe della popolazione.

        La rilevazione statistica di base era compiuta da delegati in tutti i comuni del dipartimento. Ciascun capo famiglia doveva denunciare la propria età e quella dei componenti il proprio nucleo familiare mediante un estratto dei libri battesimali, rilasciato dai parroci, o del registro di stato civile, rilasciato dagli ufficiali di stato civile. I nati fuori dal comune dovevano necessariamente presentare la fede battesimale. Erano esentati i cittadini maschi ultrasessantenni e le femmine. Questi dati di base dovevano venire periodicamente aggiornati: l’Ufficio di stato civile era tenuto a comunicare le nuove nascite, morti e matrimoni, i proprietari o locatari di abitazione erano tenuti a comunicare eventuali spostamenti. Il Ruolo era così composto dai fogli compilati dai delegati sul territorio e da un registro contenente tutti i nomi degli individui componenti la popolazione in ordine alfabetico e suscettibile delle variazioni succedentesi nel tempo senza bisogno di rinnovare i fogli (proclama del prefetto Porro del 7 dic. 1811 con relative istruzioni; richiamo alla prosecuzione della compilazione del Ruolo del prefetto Zecchini e ordini relativi dell’8 e 9 settembre 1913).

        La popolazione domiciliata nel comune era divisa in aggregati familiari, comprensivi di domestici e conviventi per i quali veniva compilato un foglio di famiglia indicante l’indirizzo della stessa. I dati raccolti dovevano servire per la compilazione della Rubrica alfabetica secondo un ordine toponomastico. In questa Rubrica, dei cittadini maschi che avessero una età inferiore ai 60 anni veniva segnalata la data di nascita per ragioni fiscali e di coscrizione; per gli altri veniva semplicemente indicata l’età. Due rubriche erano dedicate alla professione degli iscritti e alla parrocchia in cui i nuclei familiari abitavano. Eventuali cambiamenti di residenza dovevano essere indicati in una apposita rubrica. Nell’ultima rubrica, quella delle Osservazioni, veniva a volte indicata la data di morte. Gli aggiornamenti venivano scritti alla fine di ogni lettera dell’alfabeto. Per questo scopo venivano lasciati, tra una lettera e l’altra, alcuni fogli bianchi (circolare del Prefetto Zecchini del 18 giu. 1812).

        Nel dipartimento del Crostolo l’opera di creazione del Ruolo venne terminata alla fine del 1811, la stesura della Rubrica avvenne l’anno seguente. Gli aggiornamenti proseguirono fino al 1814, quando l’Ufficio di Stato civile venne abolito dagli Austro-Estensi (cfr. Barbara Farina, Caratteristiche demografiche di Reggio Emilia sula base del ruolo napoleonico; tesi di laurea a. a. 1993-94 in AS RE, Tesi di laurea, n. 142).

ARCHIVIO DEL COMUNE DI REGGIO, Carte degli Uffici subalterni e d'altri Uffici dipendenti dal Comune dall'anno 1796 in poi, n. 16 Ufficio d’Anagrafe
  • Ruolo generale della popolazione1812-1814
    Rubrica alfabetica A-Z. 6 voll.1812-1814
    (6 registri divisi per lettere: 1: A-B; 2: C-D; 3: E-G; 4: I-M; 5: N-R e 6: S-Z).





RESTAURAZIONE, REGNO D'ITALIA

        Dopo la Restaurazione nel 1823 si diede inizio alla formazione di un nuovo Registro della popolazione e si istituì contemporaneamente un Ufficio comunale del registro che se ne occupasse. La rilevazione dei dati era, come per il Ruolo napoleonico, affidata a delegati che però, non esistendo più gli Uffici di stato civile dei comuni, dovevano recarsi nelle parrocchie e, per la comunità israelitica, nel ghetto. I fogli di famiglia così compilati, unitamente a uno «Stato di popolazione», dovevano essere consegnati all’Ufficio del registro. I capifamiglia dovevano denunziare a questo ufficio ogni variazione intervenuta nel tempo, come pure i superiori delle corporazioni religiose e i direttori delle case di educazione, mentre le nuove nascite, morti e matrimoni dovevano essere comunicati dai parroci e dal rabbino (avvisi del Podestà del comune di Reggio Emilia del 20 agosto 1823 e nuove dilucidazioni pubblicate il 1° giugno 1824). Sulla base dei fogli di famiglia venne compilata una Rubrica alfabetica identica nella struttura e nei dati immessi a quella napoleonica. Unica differenza era che anche per gli ultrasessantenni e per le donne veniva indicata la data di nascita. Gli aggiornamenti erano effettuati ogni semestre e consegnati dalla Commissione del registro di popolazione del Comune, che li raccoglieva, al Podestà, che a sua volta ne spediva copia al Governatore (attuale Prefetto). Il Registro di popolazione continuò a essere aggiornato fino al 1859, anno in cui il duca Francesco V, dopo la sconfitta austriaca a Magenta, lasciò definitivamente Modena.

        Anche nell’Italia unita proseguì la consuetudine di compilare le statistiche del Movimento della popolazione, cioè nascite, morti, matrimoni, immigrazioni e emigrazioni, cambi di domicilio. Il 17 novembre 1862 vennero emanate in proposito dettagliate istruzioni da parte della Direzione di statistica del ministero di Agricoltura, industria e commercio. Si stabiliva che i comuni compilassero periodicamente la statistica del movimento della popolazione desumendone i dati dalle denunce delle nascite, morti e matrimoni fatte direttamente ai comuni dai cittadini, laddove esisteva un Ufficio di stato civile come nel caso di Reggio Emilia, o dagli estratti inviati ai comuni dai parroci, nel caso di assenza dello Stato civile. Uguali estratti dovevano essere inviati da conventi, ospizi, ospedali e ospedali degli esposti, ricoveri, luoghi di pena, corpi militari, popolazione acattolica e israelita. Gli estratti servivano per la compilazione degli Stati mensili comunali da parte della Giunta comunale di statistica coadiuvata dal segretario comunale, che doveva anche curare la compilazione degli Stati annuali dei cambiamenti di domicilio, emigrazioni e immigrazioni. I dati raccolti dai vari comuni erano poi riuniti dalle Giunte provinciali di statistica che, sotto la direzione del prefetto, dovevano compilare i Riassunti mensili e annuali relativi al movimento della popolazione dell’intera provincia. I Riassunti annuali dovevano essere comunicati al ministero di Agricoltura.

        A questo tipo di rilevazione si affiancò l’uso di indire, ogni dieci anni, il censimento generale della popolazione del regno. Il primo censimento fu indetto da Vittorio Emanuele II con il R. D. dell'8 settembre 1861, n. 227, allo scopo di far conoscere non solo il numero, ma anche le principali condizioni materiali e civili degli abitanti e la loro distribuzione sul territorio.

        Il censimento si svolse contemporaneamente su tutto il territorio nazionale, riferendosi alla situazione al 1° gennaio 1862. Il regolamento, emanato il 15 ottobre del 1861, stabiliva che alla popolazione sarebbero state distribuite delle schede nominative «... a cura e responsabilità delle Amministrazioni comunitative ...». La direzione delle operazioni era affidata al ministero dell'Agricoltura, industria e commercio, mentre in ogni comunità era istituita una Commissione locale di censimento, che aveva il compito di eseguire «... i lavori preliminari del censimento, sorvegliare il lavoro dei commessi, verificare e rettificare le schede e dirigerne lo spoglio.». Secondo il regolamento si dovevano produrre: gli Stati di sezione, da cui risultavano il nome della famiglia, la residenza e il nome della persona a cui era consegnata la scheda e le Schede di censimento, consegnate e poi ritirate sulla base degli Stati di sezione, e riportanti per ciascun componente la famiglia i dati anagrafici, il livello di istruzione, la professione, la lingua e la religione professata. Vi erano poi i Prospetti riepilogativi generali, redatti sulla base delle medesime schede e infine, le Cartoline della carta di spoglio individuali, completate sulla base delle schede e distinte fra Cartoline degli uomini e Cartoline delle donne.

        Con L. 20 giugno 1871, n. 297, fu indetto il nuovo censimento e con L. 15 luglio 1881, n. 308, il successivo. L'Archivio di Stato conserva le Schede di censimento (poi denominate Schede di famiglia) del comune di Reggio Emilia relative ai tre censimenti suddetti.

        Con R. D. del 31 dic. 1864, n. 2105, si decise che i comuni dovevano tenere, come in passato, un Registro di popolazione basato sul censimento della popolazione del 1861, con aggiornamenti fino al 1° gennaio 1865. Il Registro era composto, in modo simile ai Ruoli napoleonico e estense, dai fogli di famiglia compilati per ogni nucleo familiare ordinati topograficamente. L’applicazione di questo decreto dovette essere piuttosto contrastata, se nella legge istitutiva del nuovo censimento del 1871 fu inserito un articolo in cui si invitavano ancora i comuni a compilare il Registro di popolazione (o Registro comunale di anagrafe) e, dove già esistesse, a correggerlo secondo i risultati ottenuti col nuovo censimento.

        Fu in seguito emanato il Regolamento per la compilazione e tenuta di questo Registro, anzi dei Registri, dovendosene compilare uno per la popolazione stabile e uno per quella mutabile (R. D. 4 aprile 1873, n. 1363). I censimenti divennero la base per l’aggiornamento del Registro di popolazione.

        Della quantità di documentazione che dovette essere prodotta per l’attuazione delle norme sull’Anagrafe dal 1862 in poi non si conservano in Archivio di Stato che frammenti: alcuni Bollettini delle dichiarazioni di nascite, morti e matrimoni fatte al comune, alcuni Fogli di statistica relativi alle rilevazioni dal 1862 e ai censimenti del 1861 e 1871 con aggiornamenti e il Registro della popolazione mutabile del 1873.


ARCHIVIO DEL COMUNE DI REGGIO, Carte degli Uffici subalterni e d'altri Uffici dipendenti dal Comune dall'anno 1796 in poi, n. 16 Ufficio d’Anagrafe

    •  Nascite, morti e matrimoni1815-1876
      a) Rapporti mensili del prefetto del Battistero e dei parroci1815-1859
      466-631)a) Rapporti mensili del prefetto del Battistero e dei parroci Rapporti mensili del prefetto del Battistero e dei parroci al Podestà del Comune di Reggio Emilia relativi ai nati morti matrimoni in Reggio e nelle Ville del Comune1815-1859
      (La documentazione, dal 1815 al 1856, all'interno di ogni anno è suddivisa in quattro buste: la prima di nati morti matrimoni in Reggio, la seconda di nati nelle Ville, la terza di matrimoni nelle Ville, la quarta di morti nelle Ville. Completa la serie una busta di nati in città e nelle Ville nel 1857, e nati in città nel 1858-1859).
      b) Bollettini delle dichiarazioni di nascite, matrimoni e morti fatte all'Ufficio dello Stato Civile del Comune di Reqgio Emilia1860-1876
      632)1860, novembre:nati, morti
       1861, gennaio-marzo:nati, morti
       1862, settembre:nati
       1863, gennaio-dicembre:nati
       1864, gennaio-dicembre:nati, morti
      633)1866, gennaio-dicembre: nati;agosto-dicembre: morti
       1867, gennaio-dicembre:matrimoni
       1868, gennaio-agosto:nati
                 gennaio-dicembre:matrimoni
                 gennaio-aprile e agosto-dicembre:morti
       1869, gennaio-aprile:nati
                 gennaio-dicembre:morti
       1870, marzo-dicembre:nati
                 gennaio-aprile:matrimoni
                 gennaio-dicembre:morti
      634)1871, aprile-giugno e novembre-dicembre:nati
                 gennaio-marzo e luglio-dicembre:morti
       1872, dicembre:nati
                 aprile-dicembre:morti
      635)1873, gennaio-dicembre:nati matrimoni morti
      636)1874, gennaio-dicembre:nati matrimoni morti
      637)1875, gennaio-dicembre:nati matrimoni
       1875, gennaio e maggio-ottobre:morti
       1876, marzo:matrimoni
                 febbraio-maggio e settembre:morti

    • Nascite, morti e matrimoni degli Ebrei 1815-1843
      638)Rapporti mensili del rabbino al podestà relativi ai nati morti matrimoni nella Comunità israelitica di Reggio1815-1843

    • Fedi battesimali dei forestierisec.XIX, Ia metà
      639-640)Dichiarazioni dei parroci delle date di nascita dei nati fuori dal comune di Reggio Emilia1824-1859

    • Statistica della popolazionesec.XIX, II metà
      641)Dati statistici vari della popolazione del comune di Reggio relativi alle rilevazioni indette dal 1862 e per i censimenti del 1861 e 1871 con aggiornamenti successivisec.XIX, II metà

    • Licenze del Buongoverno1828-1837
      641)Permessi di soggiorno in Reggio accordati dalle autorità competenti1828-1837

    • Registri di popolazione1823-1859
      - Fogli di famiglia1823-1839
      Di questo Registro della popolazione della città di Reggio con relative frazioni si conservano i Fogli di famiglia fino al 1839 divisi per parrocchie, conservati in buste di cui si dà il numero. I numeri all'interno delle buste indicano i fascicoli in cui sono raccolte le schede relative alle singole unità topografiche.
      642)Atti d’ufficio riguardanti la compilazione del registro della popolazione1823-1836
      643)1. Cattedrale1823
      (1. piazza Grande del Duomo 2. contrada degli Spadari 3. via S.Giorgio 4. corso della Ghiara 5.via del Montone 6. via della Colombina 7. via degli Aschieri 8. via del Palazzolo 9. via dell'Annona 10. via del Consorzio 11. via della Serra 12. via di S. Giovanni 13. via Calcagni. 14. via di S. Lorenzo 15. strada maestra a porta S. Pietro 16. via del Torrazzo 17. via del Cristo).
      644-645)2. S. Prospero1823
      (1. Gioco del pallone 2. via S. Caterina 3. via Tavolata 4. via Galgana 5. via S. Filippo 6. Campo Marzio 7. piazza del Mercato 8. via di Belfiore 9. via del Fracasso 10. via delle Quinziane 11. via de Manfredi 12. viottolo di S. Carlo 13. viottolo Manfredi 14. volta Vezzani 15. via del Torrazzo 16. via Ponte Besolario 17. vicolo del Torrazzo 18. via Vezzani 19. via Toschi 20. via Boiardi 21. via Presti 22. via della Pulice 23. piazza Navona 2-4. viottolo Parisetti 25. viottolo dell'ospitale Parisetti 26. vicolo del Pulcinella 27. via Altabella 28. via Guidelli 29. via della Beccaria 30. via di S. Prospero 31. piazza di S. Prospero 32. vicolo della Torre 33. viottolo di S. Prospero 34. strada maestra a S. Pietro).
      646)3. S. Nicolò1823
      (1. via del Seminario 2. vicolo del Seminario 3. via S.Nicolò 4. via Sessi 5. via S. Domenico 6. piazza S. Domenico 7. via Gabbi 8. via dell'Abbadessa 9. vicolo Lanzoni 10. via Tomarelli 11. via della Posta 12. piazza della Posta cavalli 13. via delle Carceri 14. strada maestra S. Pietro).
      647)4. S. Bartolomeo e S. Nazaro1823
      (1. vicolo del Montone 2. via S.Giovanni 3. vicolo Castelli 4. viottolo di S. Giovanni 5. piazzale di S. Giovanni 6. via dei Migliorati 7. via S. Pietro Martire 8. Strada maestra a S. Stefano 9. via delle Grazie 10. via delle Fontane 11. vicolo Trivelli 12. via a S. Rocco 13. vicolo di S. Egidio 14. via della Cittadella 15. piazza d'Armi 16. via del Seminario 17. vicolo del Seminario 18. via del Teatro 19. via del prato di S. Chiara 20. via della Polveriera 21. cittadella SS. Nazaro e Celso).
      648-651)5. SS. Giacomo e Filippo1823
      (1. piazza d'Armi 2. via del Seminario 3. via Sessi 4. manca 5. piazza S. Francesco 6. via Stuffa 7. vicolo del Clemente 8. vicolo del Mondo 9. via Bellaria 10. vicolo di Franco Tetto 11. vicolo di Franco Tetto 12. via Borgo Emilio 13. via ai Molini 14. via della Veza 15. via della Tiratora 16. strada maestra di porta S. Croce 17. via Venezia 18. via dell'Ospitale 19. piazza dell'Ospitale 20 via S. Marco 21. vicolo Bonini 22. via de' Cambiatori 23. via del Pozzo 24. via Mari 25. rua Mozza 26. via Zaccagni 27. via di S.Domenico).
      652-655)6. S. Pietro1823
      (1. S. Marco 2. piazza S. Domenico 3. via Gabbi 4. strada maestra 5. campo Samaroto 6. via del Follo 7. mura a S. Marco 8. mura a porta Castello 9. via de' Roggi 10. via de' Cavagni 11. via de' Magazzini militari 12. viottolo Crevezaria 13. via Francia 14. vicolo de' Becchini 15. via Guasto 16. via Borgogna 17. via S. Girolamo 18. vicolo S. Girolamo 19. via S .Martino 20. via Fontanelli 21. via ponte Levone 22. via dell'Abate 23. via Vincenza 24. pìazza di S. Raffaele 25. contrada Gioco del pallone 26. via di S. Caterina 27. via Toschi 28. via dei Boiardi).
      656-657)7. S. Lorenzo1823
      (1. corso della Ghiara 2. via porta Brenone 3. vicolo Blasmatorti 4. via della Veza 5. via dell'Erba 6. via dei Bardi 7. via della Gazzata 8. piazzale di S. Agostìno 9. via di S. Ilario 10. via degli Antignoli 11. via della Torre 12. via di S. Lorenzo 13. vicolo Becchi 14. strada maestra a porta Castello).
      658-659)8. S. Giovanni Evangelista1823
      (1. via Migliorati 2. vicolo della Comenda 3. isola Calcagni 4. via di S. Paolo 5. rua Berta 6. corso della Chiara 7. via al corso della Chiara 8. via S. Pietro Martire 9. via alle mura di porta Castello 10. via delle Grazie 11. via dell'Albergo Orfani 12. vicolo del Teatro 13. via della Morte 14. strada maestra a S. Stefano 15. mura a S. Cosmo 16. via Valoria).
      660)8. S. Zenone1823
      (6. via del Portone 7. contrada S. Zenone 8. viottolo S. Zenone 9. via della Racchetta 10 via di porta Brenone 11 via S Pietro martire 12. via Calcagni 13. piazza S. Lorenzo 14.via Fiordibelli).
      661-662)9. S. Salvatore1823
      (1. via Campo Marzio 2. piazza del Mercato 3. via del Baruffo 4. piazza del Salvatore 5, via Cantarana 6. via Asineria 7. via del Casone 8. via del Guazzatolo 9. vicolo della Concia 10. strada di porta Castello 11. mercato della Legna 12 via al Mercato 13. via de' Macari 14. via del Torrazzo 15. via di ponte Besolarío 16. via del Cristo).
      663)Nazione israelitica1823
      (1. strada maestra a S. Stefano 2. via Cagiate 3. via della Volta 4. via dell'Aquila 5. via di Monzermone 6. via dell'Orto 7. via S. Rocco 8. vicolo S. Egidio 9. via del Teatro. Famiglie di ebrei domiciliate in varie parrocchie della città).
      664)1. Argine 7. Coviolo
      665)8. Codemondo 9. Cella con Casaloffia
      666)10. Canali 11. Fogliano 12. Gavassa
      667)13. Gavasseto 14. Masone
      668)l5. Marmirolo 16. Massenzatico con Penizzo
      669)17. Mancasale
      670)18. Muzzadella 19. Montecavolo
      671)20. Montalto 21. Ospizio
      672)22. Pieve Modolena
      673)26. Roncadella 27. Roncocesi
      674)28. San Bartolomeo in Sassoforte 29. San Maurizio
      675)30. San Pellegrino 31. San Prospero Strinati
      676)32. Seta
      677)33. Sesso
      678)34. Sabbione 35. Villa Gaida
      679)36. Villa Cadè
      680)37. Vezzano
      681)Famiglie svizzere: Fogli di famiglia di persone di religione riformata. 7 fascc. 1821-1842

    • Rubrica alfabetica1823-1839
      A corredo dei fogli di famiglia si conserva la rubrica alfabetica divisa per cognomi. Si tratta di 11 registri divisi per lettera dalla A alla Z, e 1 reg. per gli Israeliti segnato V-Z, ma che in realtà contiene tutte le lettere dell'alfabeto.
      Rubrica alfabetica1840-0859
      Alla precedente rubrica se ne affianca un’altra contenente gli aggiornamenti dal 1840 al 1859, senza però i fogli di famiglia del periodo. Si tratta di n. 6 registri di cui l’ultimo contiene i dati della popolazione ebraica strutturati come i precedenti. Occasionalmente si trovano anche nuclei familiari di nati nel periodo precedente il 1840.
      Registro della popolazione mutabile1873
      In esso, impiantato nel 1873 con successivi aggiornamenti, dovevano essere registrati tutti gli individui che si trovassero a risiedere nel comune temporaneamente: studenti, detenuti, militari, ospiti di collegi, ospizi, ospedali, alberghi e altro.
      681)I. Case di educazione e di istruzione: ricovero delle convertite, collegio convitto, educandato, educandato di S. Caterina, convitto normale, seminario vescovile.
       II Case religiose e private: convento delle Suore della carità, convento dei Cappuccini, monastero delle Mantellate, monastero di S. Ilario, case private.
       III. Ospedali degli infermi e degli esposti.
       IV. Fabbriche e luoghi d`industria: filanda da seta, fabbrica fiammiferi, fabbrica vetri e cristalli, impresa vetture.
       V. Camere mobiliate e case private.
       VI. Alherghi e osterie con alloggi: Cavallo bianco, locanda del Moretto, osteria della Barca, albergo del Cavallo rosso, locanda della Colombina, osteria dell'Inverno, locanda dell'Elefante, albergo della Campana, locanda del Leoncino, albergo del Cannone d'oro, osteria del Falco, albergo del Cavaletto, locanda con alloggio, locanda dei Due gobbi, locanda del Mondo, locanda del Bue d'oro, locanda del Colombo, osteria della Vite, locanda delle Due spade, osteria dell'Aquila d'oro, locanda della Stella d'Italia, locanda della Stazione, locanda della Sirena, stallo nuovo
      682)VII. Caserme militari: deposito R. stalloni, caserma delle Guardie Dazio Consumo, caserma Carabinieri Reali, caserma Guardie di P. S., caserma Guardie di Finanza.
       VIII. Case di pena: S. Tommaso, casa di custodia Carcere della Missione.
       IX. Luoghi di prostituzione: case diverse ad uso di prostituzione
       X. Ricovero di mendicità
       XI. S. Lazzaro

    • 8. Censimento della popolazione1861
      683)Sezione Levante:
       Fogli nn.1-23 via S. Martino, nn.24-152 via Francia, nn.153-154 via Becchini, nn. 155-174 via Roggi, nn.175-254 via Cavagni, nn. 255-293 via Abate, nn. 294-310 via Vicenza, nn.311-342 via S.Girolamo, nn. 343-356 via Magazzini militari, nn.357-372 via Borgogna, nn.373-376 via Guasto, nn.377-385 Via Mura di S. Pietro, nn. 386-532 via Emilia S. Pietro, nn. 533-561 via Crevezzeria, nn. 562-614 via Fontanelli, nn. 615-661 via Ponte Levone, nn. 662-694 via Toschi, nn. 695-708 via Vezzani, nn. 709-726 via Ospedale Parisetti, nn. 727-732 Piazza Navona, nn. 733-743 via Pulce, nn. 744-750 via Pulcinella, nn . 751-755 via Parisetti, nn. 756-774 via Resti, nn. 775 via Volta rotta, nn. 776-797 via Bciardi, nn. 798-799 via Altabella, nn. 800-816 via Guidelli, nn. 817-831 via Tavolata, nn. 832-836 via Galgana, nn. 837-851 via Manfredi, nn. 852-878 via S. Filippo, nn. 879-892 via Gioco del pallone, nn. 893-905 via S. Caterina, nn. 906-949 via Campo Marzio, nn. 950-959 via delle Quinziane, nn. 960-974 S. Maria Maddalena, nn. 975-1010 via Guazzatoio, nn. 1011-1044 via Cantarana, nn. 1045-1090 via Baruffo, n.1091 via Braghiroli, nn. 1092-1100 piazza S. Sa1vatore, nn. 1101 via Cavagni, nn .1102-1104 via Emilia S.Pietro, nn. 1105 via Fontanelli, nn. 1106 ponte Levone, n. 1107 Volta Rota, nn. 1108-1110 via Boiardi, n. 1111 via Toschi, n. 1112 Campo Marzio, n. 1113 via Emilia S.Pietro, n. 1114 via Cavagni, 1 fasc."Stato di sezione".
      684)Sezione Settentrione:
       Fogli nn. 1-6 via Molini, nn. 7-64 via Tiratora, nn .65-66 piazza Brolo, nn. 67-128 via Bell'aria, nn. 129-138 via del Mondo, nn. 139-220 via Franco Tetto, nn. 221-368 via Borgo Emilio, nn.369-375 vicolo del Clemente, nn. 376-462 via Stufa, nn. 463-497 via Sessi, nn.498-518 via Seminario, nn. 519-524 via S. Nicolò, nn. 525-531 via Isola Piazza, nn. 532-533 piazza S. Francesco, nn. 534-539 via Nacchi, nn. 540-548 via al Teatro Nuovo, nn. 549-552 piazza Cavour, nn. 553-714 strada maestra a S.Croce, nn. 715-735 via della Posta, nn. 736-739 piazza Posta, nn. .740-745 via delle Carceri, nn. 746-757 via Bonini, nn. 758-759 via Cambiatori, nn. 760-767 via Venezia, nn. 768-874 via Emilia S.Pietro, nn. 875-906 S. Domenìco, nn. 907-939 via Mari, nn. 940-945 piazza Ospedale, nn. 946-962 via Ospedale, nn. 963-973 mura di S.Marco, nn. 974-1023 via del Follo, nn. 1024-1034 via Samaroto, nn. 1035-1055 via Gabbi, nn. 1056-1063 piazza S. Domenico, nn. 1064-1076 via Lanzoni, nn. .1077-1078 via Abbadessa, nn. 1079-1084 via Tamarelli, nn. 1085-1100 via Zamagni, nn. 1101-1105 mura a S.Marco, n. 1106 militari, nn. 1107-1121 rua Mozza, nn. 1122-1145 via del Pozzo, nn. 1146-1149 via Franco Tetto, nn. 1150 Borgo Emilio, nn. 1151-1152 via Stuffa, nn. 1153 via Sessi, nn. 1154-1155 Seminario, n. 1156 via al Teatro, nn. 1157-1159 strada maestra a S.Croce, n. 1160 piazza Posta, n. 1161 viottolo Bonini, n. 1162 via dell'Ospedale, n. 1163 piazza S.Domenico, n. 1164 via Zamagni, n. 1165 via Tiratora, nn. 1166-1168 via Franco Tetto, nn. 1169-1177 via Bell'aria, n. 1178 via Tiratora, n. 1179 via Borgo Emilio, n. 1180 via delle Carceri, 1 fasc."Stato di sezione"
      685)Sezione Ponente:
       Fogli nn. 1-8 vla dell'Albergo, nn. 9-19 via dell'Aquila, nn. 20-36 via Blasmatorti, nn. 37-47 via Becchi, nn. 48-58 rua Berta, nn. 59-171 via Porta Brenone, nn. 172-179 via Calcagni, nn. 180-187 via Comenda, nn. 188-194 vicolo Castelli, n. 195 viottolo S. Giovanni, nn. 196-223 via Cagiati, nn. 224-229 piazza Cavour, nn. 230-387 via Emilia a S.Stefano, nn. 388-398 rua Berta, nn. 399-457 via dei Franchi, nn. 458-463 vicolo dei Franchi, nn .464-474 via Fiordibelli, nn. 475-481 via al Foro Boario, n. 482 varie, n. 483 Foro Boario, nn. 484-489 via della Fontana, nn. 490-505 via S.Giovanni, nn. 506-514 piazza S. Giovanni, nn. 515-531 piazza Gioberti, nn. 532-537 via delle Grazie, nn. 538-630 via Chiara, nn. 631-645 via S. Lorenzo, nn. 646-677 vicolo Missione, nn. 678-713 via della Morte (lacuna dalla n. 677 alla n. 688), nn. 714-749 via Migliorati, nn. 750-765 via Monzermone, n. 766 via ai Molini, nn. 767-778 via dell'Orto, n. 779 via nuova Palazzo, nn. 780-843 via del Portone, nn .844-864 via S.Pietro Martire, nn. 865-912 vìa S. Paolo, nn. 913-929 via della Racchetta, nn.930-941 via S. Rocco, n. 942 via Salomone, nn. 943-948 via dei Servi, nn. 949-954 via Teatro vecchio, nn. 955-958 piazza Teatro Vecchio, nn. 959-969 via al Teatro Nuovo, nn. 970-974 via Trivelli, nn .975-1037 via della Vite, nn. 1071-1087 via della Volta, nn. 1088-1140 via S. Zenone, nn. 1141-1147 via Calcagni, nn. 1148-1150 piazza S. Lorenzo, nn.1151-1176 mura da porta Castello a S. Stefano, nn. 1177-1178 da S. Stefano a1 Foro Boario, nn. 1179-1180 area della Cittadella, n. 1182 via Blasmatorti, n. 1183 rua Berta, nn. 1184-1187 porta Brenone, n. 1188 vicolo S. Giovanni, n. 1189 via Cagiati, nn. 1190-1193 via Emilia a S. Stefano, n. 1194 rua Berta, nn. 1195-1196 via Franchi, n. 1197 via S. Giovanni, nn. 1198-1199 corso Ghiara, n. 1200 via della Missione, nn. 1201-1202 via della Morte, nn. 1203-1204 via Monzermone, n. 1205 via S. Pietro martire, n. 1206 via S. Paolo, n. 1207 via Valoria, nn. 1208-1209 via Calcagni, nn. 12010-1211 mura porta Castello e S. Stefano, n. 1212-1214 via Porta Brenone, n. 1215 via Cagiati, n. 1216 via Blasmatorti, n. 1217 via Franchi, n. 1220 via delle Grazie, n. 1221 via Monzermone, n. 1222 via della Morte, 1 fasc. "Stato di Sezione".
      686)Sezione Mezzodì:
       Fogli nn. 1-43 via Guazzatolo, nn. 44-50 mura da Porta Castello a S.Agostino, nn. 51-64 via del Casone, nn. 65-87 piazza del Mercato (lacuna dalla 76 alla 85), nn. 88-94 via delle Quinziane, nn. 95-102 via Manfredi, nn. 103-112 via Guidelli, n. 113 via Altabella, nn. 114-132 via Emilia S. Pietro, nn. 133-134 via Emilia S. Stefano, nn. 135-140 via S. Giovanni, nn. 141-155 via Calcagni, nn. 156-157 via S. Lorenzo, nn. 158-176 via della Vite, nn. 177-185 via Gazzata, nn. 186-201 via S. Ilario, nn. 202-203 piazzale della Legna, nn. 204-205 via del Mercato, nn. 206-212 via della Concia, nn. 213-248 via Asineria, nn. 249-276 via Maccari, nn. 277-292 via ponte Besolario, n. 293 via Quinziane (manca la n. 294), nn. 295-309 via Belfiore, nn. 310-316 via Fracasso, nn. 317-318 via S. Carlo, nn. 319-326 viale Manfredi, nn. 327-338 volta Mezzani, nn. 339-345 via S. Prospero, nn. 346-347 vicolo della Torre (lacuna dalla n. 348 alla n. 638), nn. 639.643 via Beccherie (lacuna dalla n. 611 alla 667), nn. 668-676 via Mezzani, nn. 677-695 via Farini, nn. 696-725 via Ghiara, nn. 726-732 via Erba, nn. 733-757 via Bardi, nn. 758-786 via Antignoli, nn. 787-818 via Torre, nn. 819-856 via maestra porta Castello.
      687)sezione I/1 Ospizio schede nn. 1-229
      688)sezione I/2 Roncadella nn. 230-262
      689)sezione I/3 San Maurizio nn. 263-540
      690)sezione I/4 Cavazzoli nn. 541-717; nn. 11498-1500
      691)sezione I/5 Cella con Casaloffia nn. 718-898
      692)sezione I/6 Rivalta nn. 899-1140
      693)sezione I/7 Pratofontana nn. 1141-1333
      694)sezione I/8 Cadè nn.1223-1404
      695)sezione I/9 Marmirolo con Castellazzo nn. 1405-1497
      696)sezione II/1 Gaida nn. 1-100
      697)sezione II/2 Gavassa nn. 101-281
      698)sezione II/3 Massenzatico con Penizzo nn. 282-493
      699)sezione II/4 Sesso nn. 494-768
      700)sezione II/5 Masone nn. 769-916
      701)sezione II/6 Canali nn. 917-1033
      702)sezione II/7 Gavasseto nn. 1043-1133
      703)sezione II/8 Pieve Modolena nn. 1134-1390
      704)sezione II/9 San Prospero degli Strinati nn. 1391-1541
      705)sezione III/1 Fogliano nn. 1-68
      706)sezione III/2 Codemondo nn. 69-145
      707)sezione III/3 Sabbione nn. 146-219
      708)sezione III/4 Mancasale nn. 220-423
      709)sezione III/5 San Pellegrino nn. 424-807
      710)sezione III/6 San Bartolomeo nn. 808-925
      711)sezione III/7 Coviolo nn. 926-1081
      712)sezione III/8 Roncocesi nn. 1082-1190
      713)sezione III/9 Bagno con Corticella nn. 1191-1419.

    • 9. Censimento della popolazione1871
      714)Sezione Cattedrale:
       Nn. 1-8 via Fontanelli, nn. 9-44 via Resti, nn. 45-65 via Boiardi, nn. 66-89 via Navona, nn. 90-91 vicolo Parisetti, nn. 92-104 via Altabella ora Guidelli.
      Sezione S. Giorgio:
       Nn. 1-18 via del Casone, nn. 19-58 via Guazzatoio, nn. 59-70 via della Concia, nn. 71-93 via Asineria, n. 84 via Maccari, nn. 113-124 strada maestra porta Castello, nn. 332-335 via Squadroni, nn. 336-339 via Quinziane, nn. 340-352 via S. Carlo, nn. 353-364 via Vezzani, nn. 365-375 via Manfredi, nn. 376-379 via S. Bernardino, n. 380 via Asineria, nn. 381-394 via del Carbone, n. 395 porta Castello, nn. 394-417 via dei Gobbi, n. 416 via ponte Besolario, nn. 418-421 via della Ghiara, nn. 422-423 via Arcipretura, nn. 424-425 via Carità, nn. 426-439 via Croce bianca, nn. 440-454 via Farini, nn. 455-465 via Toschi, n. 466 porta Castello, n. 467 via Casone, n. 468 via Guazzatoio, n. 469 via Belfiore, n. 470 piazza S. Maria Maddalena, nn. 471-472 via Maccari, n. 473 via del Cristo, n. 474 via Squadroni, n. 475 via S. Carlo, nn. 476-479 via del Torrazzo, n. 480 via della Ghiara, n. 481 via del Carbone, n. 482 via ponte Besolario.
      715)Sezione S. Agostino:
       Nn. 1-25 porta Castello, nn. 26-60 via della Torre ora S. Agostino, nn. 72-74 via della Vite, nn. 61-90 via Antignoli, nn. 91-96 via Bardi, nn. 306-333 via Brennone.
       Sezione S. Giacomo:
       Nn. 1-70 via S. Croce, nn. 71-72 mura da S. Croce a S. Pietro, nn. 73-82 via Venezia, nn. 83-100 via Ospedale, nn. 101-113 via Zaccagni, nn. 114-126 rua Mozza, nn. 127-152 via Mari, nn. 153-188 via del Pozzo, nn. 189-190 via Cambiatori, nn. 191-196 via Bonini, nn. 197-215 via S. Domenico, n. 216 via Mari, nn. 217-225 via S. Croce, n. 222 via del Pozzo, n. 226 via Bonini, n. 227 via del Pozzo, n. 228 via S. Croce, n. 229 rua Mozza, n. 230 via Mari.
      716)Sezione S. Zenone:
       Nn. 1-82 S. Stefano, nn. 83-95 mura a S. Stefano e a porta Castello, nn. 96-105 piazza Gioberti, nn. 106-159 via Guasco, n. 121 S. Stefano, nn. 160-169 vicolo dei Servi, nn. 170-191 via della Missione, nn. 192-221 via Ghiara, n. 214 S. Zenone, nn. 222-264 via Franchi, nn. 265-334 via del Portone, n. 285 S. Zenone, n. 288 via Franchi, nn. 335-360 S. Zenone, n. 361 via Guasco, nn. 362-368 via S. Stefano, n. 365 via Guasco, n. 369 piazza Gioberti, n. 370 via del Portone, nn. 371-372 via Ghiara.
      717)Sezione S. Pietro:
       Nn. 1-99 via S. Pietro, n. 33 via Abbadessa, nn. 100-144 via del Follo, nn. 145-157 via Samarotto, n. 243 via delle Carceri, n. 244 via S. Croce, nn. 158-181 via Gabbi, nn. 182-188 e 190 piazza S. Domenico, nn. 189-192 via Zaccagni, nn. 194-195 via Ospedale, nn. 196-216 via Abbadessa, nn. 217-223 via S. Domenico, nn. 224-231 via delle Carceri, nn. 232-234 piazza della Posta, nn. 235-240 via S. Croce, n. 241 via Emilia S. Pietro, n. 242 piazza S. Domenico.
       Sezione dei Molini:
       Nn. 3-8 via Stufa, nn. 150-192 via Borgo Emilio, nn. 193-196 via Clemente, nn. 197-250 via Franco Tetto, n. 359 via Tiratora.
      718)Sezione Prefettura:
       N. 93 corso della Ghiara, nn. 167-189 via S. Paolo, n. 267 via del Cavalletto, nn. 361-368 via Castelli, nn. 369-370 via Palazzolo, nn. 371-377 piazza S. Giovanni, nn. 378-379 via Colombina, nn. 381-395 via S. Giuseppe, n. 389 via S. Pietro martire, nn. 396-422 via Migliorati, n. 418 via del Cavalletto, nn. 423-426 piazza S. Lorenzo, nn. 428-429 via Pavone, n. 430 via del Cavalletto, nn. 431-433 via del Montone, nn. 434-437 piazza Duomo, nn. 438-441 via S. Paolo, nn. 442-443 via del Cavalletto, n. 444 via Emilia S. Stefano, n. 445 via Farini.
       Sezione S. Francesco:
       Nn. 2-5 via Monzermone, nn. 6-17 via S. Stefano, nn. 18-30 via S. Pietro, n. 27 via S. Carlo, n. 31 via S. Rocco, nn. 32-67 via S. Croce, nn. 68-79 via del Teatro, nn. 80-86 piazza Cavour, nn. 87-91 via fontana, nn. 92-94 via trivelli, n. 93 via Seminario, nn. 95-104 via S. Rocco, nn. 105-109 Seminario, nn. 110-119 via S. Nicolò, nn. 120-128 via S. Francesco, nn. 129-174 via Sessi, nn. 175-183 via Nacchi,nn. 184-209 via Stufa, n. 210 via al Teatro, n. 211 via S. Pietro, n. 212 via Nacchi, nn. 213-214 via S. Croce, nn. 215-216 via Sessi, n. 217 via Stufa, n. 218 via Sessi, n. 219 via Nacchi, n. 220 S. Croce, n. 221 via Stufa.
      719)Sabbione nn. 1-83, San Bartolomeo nn. 1-123, Marmirolo nn. 1-98.
      720)Cadè nn. 1-186, Ospizio nn. 1-286.
      721)Gaida nn. 1-103, Bagno con Corticella nn. 1-257, San Pellegrino nn. 1-121 (mancano i nn. 60-76).
      722)San Prospero degli Strinati nn. 1-166, Cavazzoli nn. 1-216.
      723)Mancasale nn. 1-229.
      724)San Maurizio nn. 1-309.
      725)Pieve Modolena nn. 1-78, Coviolo nn. 1-172.
      726)Gavassa nn. 1-194, Sesso nn. 1-298.
      727)Canali nn. 1-136, Fogliano nn. 1-91, Pratofontana nn. 1-92.
      728)Rivalta nn. 1-251, Codemondo nn. 1-87.
      729)Gavasseto nn. 1-102, Roncocesi nn. 1-127, Roncadella nn. 1-35.
      730)Massenzatico con Penizzo nn. 1-252.
      731)Masone nn. 1-160, Cella con Casaloffia nn. 1-182.

  • 10. Censimento della popolazione1881
    732)Sezione I Cattedrale:
     Corso della Ghiara nn. 238-244, via del Cristo nn. 245-255, via del Folletto nn. 256-257, via S. Bernardino nn. 258-261, via del Carbone nn. 262-272, via Toschi nn. 273-287, vicolo Carità nn. 288-289, via S. Pietro martire nn. 290-296, via del Consorzio nn. 297-305, via della Serra nn. 306-319, via Squadroni n. 320, via della Serra n. 321, via Palazzolo nn. 322-331, via Vescovado nn. 332-336, via Farini n. 337, via del Consorzio nn. 338-339, via Squadroni nn. 340-349, via del Vescovado nn. 350-351, via Farini n. 352.
     Sezione II S. Prospero:
     Via Beccherie nn. 312-316, S. Prospero nn. 317-328, via della Torre nn. 329-332, via Prevostura nn. 333-341, S. Pietro nn. 342-376, via Squadrono nn. 377-382, S. Pietro nn. 383-384, via S. Carlo n. 389, via Toschi n. 386, via S. Caterina n. 387, via Tavolata n. 388, via Toschi n. 389, via S. Caterina n. 390, via Prevostura n. 391, via S. Filippo nn. 392-393, S. Pietro n. 394, via Galgana n. 395, via Navona nn. 396-397, S. Pietro n. 398, via S. Filippo n. 399, via Resti nn. 400-401, via Boiardi n. 402, via Toschi nn. 403-404, via S. Carlo n. 405.
    733)Sezione III S. Nicolò:
     S. Domenico nn. 1-10, via delle Carceri nn. 11-15, via della Posta nn. 16-18, S. Croce nn. 19-26, S. Pietro n. 27, S. Croce nn. 28-38, via Sessi nn. 39-49, S. Nicolò n. 50, via del Seminario nn. 51-52, via delle Carceri n. 121, via Gabbi n. 122, S. Pietro nn. 123-141, S. Croce n. 142, via delle Carceri n. 143.
     Sezione IV S. Giacomo:
     Via Zaccagni n. 369, via Tiratora nn. 370-372, via Borgo Emilio nn. 666-746, S. Croce n. 747, via Vezza n. 748, via Borgo Emilio n. 749, via del Pozzo nn. 750-751, via Bell'aria nn. 752-753, S. Croce nn. 754-757, via Borgo Emilio n. 758, S. Croce n. 759, via Ospedale n. 760, via Tiratora n. 761, via Ospedale n. 762, via Mura S. Marco n. 763, S. Croce nn. 764-767, via Sessi n. 768, S. Croce nn. 769-771, via Secchi n. 772.
     Sezione V S. Pietro:
     Via Emilia S. Pietro nn. 1-117, via Crevezzerie nn. 422; 424; 429-431 e 444, via Guasto nn. 446-447, via Francia nn. 457; 529 e 531.
    734)Sezione VI S. Lorenzo:
     Strada maestra Porta Castello nn. 309-317, via Gazzata nn. 318-344, via Cavalletto nn. 345-359, via dell'Erba nn. 360-362, via Gazzata n. 363, via della Vite n. 364, via S. Agostino n. 365, via Gazzata nn. 366-367, via dell'Erba nn. 368-369, corso della Ghiara nn. 370-371, via Bardi n. 372, corso della Ghiara n. 373, via Antignoli nn. 374-375, via Bardi n. 376, strada maestra Porta Castello n. 377.
     Sezione VII S. Francesco:
     Via Emilia S. Stefano nn. 1-9, via del Pavone n. 10, via S. Rocco nn. 11-38, via Trivelli nn. 39-42, via del Teatro nuovo nn. 43-51, S. Chiara nn. 63-.64, via del Macello n. 65, via Fontana nn. 66-67, via del Cavalletto nn. 68-76.
     Sezione VIII S. Stefano:
     Via S. Paolo nn. 331-352, via S. Pietro martire n. 353, Prefettura nn. 354-367, via Guasco n. 368, via Berta nn. 369-381, piazza Teatro Ariosto nn. 386-388, via Guasco n. 389, via dell'Albergo nn. 390-394, piazza Gioberti nn. 395-400, via Emilia S. Stefano n. 401, via S. Paolo n. 402, via Valoria n. 403, via Guasco nn. 404-405, Prefettura n. 406, via Guasco nn. 407-415, via S. Pietro martire nn. 416-418, via delle Grazie n. 419, via Emilia S. Stefano n. 420.
    735)Sezione IX S. Teresa:
     Porta Castello n. 356, piazza mercato della Legna n. 357, via del Torrazzo nn. 390-392, via ponte Besolario nn. 393-402, S. Caterina n. 403, via Fontanelli nn. 404-407, via del Casone nn. 408-421, strada maestra porta Castello nn. 422-431, via del Cristo n. 432, porta Castello n. 433, via del Cristo nn. 434-438, via Campo Marzio nn. 439-443, via Maccari nn. 444-449, via Baruffo nn. 450-454, S. Maria Maddalena nn. 455-457, via mercato della Legna n. 458.
     Sezione X S. Zenone:
     Porta Brennone nn. 1-61.
    736)Bagno nn. 253-289, Cadè nn. 1-43, Canali nn. 1-20 e 95, Cavazzoli nn. 223-270, Cella nn. 154-189.
    737)Codemondo nn. 1-86, Coviolo nn. 148-176, Fogliano nn. 1-4 e 60-96, Gaida nn. 1-113, Gavassa nn. 172-206.
    738)Gavasseto nn. 1-2 e 49-90, Mancasale nn. 201-243, Marmirolo nn. 1-26 e 95-111, Masone nn. 1-2 e 94-165.
    739)Massenzatico nn. 246-295, Ospizio nn. 281-312, Pieve Modolena nn. 1-55, Pratofontana nn. 1-33 e 71-89.
    740)Rivalta nn. 1-41, Roncadella nn. 1-37, Roncocesi nn. 100-137, Sabbione nn. 1-11 e 56-81.
    741)San Bartolomeo nn. 73 e 78, Sesso nn. 1-66 e 302-309, San Maurizio nn. 273-307, San Pellegrino nn. 192-250 e 449-479, San Prospero.
Torna all'inizio ↑